ATTIVITA'


CONTRIBUTI ALLO SVILUPPO DEL CONCEPT SU AGORA' DI CULT
(SPAZIO WEB DEL DIPARTIMENTO CULTURA FIAF)


La scelta del tema "CONFINI" è stata fatta prima dell'inizio della guerra in Ucraina e con questo spaventoso evento è evidente che ha assunto un senso geopolitico che probabilmente ben in pochi avevano in mente nel sceglierlo come tema.
Non facciamoci quindi condizionare da questa imprevedibile catastrofe e sviluppiamolo in tutte le declinazioni che nascono nella nostra immaginazione.

Riporto di seguito i link al blog Agorà Di Cult dove potete leggere il post di avvio dei Laboratori e i contributi allo sviluppo e all´elaborazione del concept:







MODALITA´ DI PARTECIPAZIONE
E PREPARAZIONE DEI LAVORI


Il Dipartimento Cultura FIAF ha proposto il tema "Confini" per i Laboratori Di Cult che opereranno fino ad aprile, inizio maggio, del 2023.

Nelle province di Firenze, Pistoia, Prato e Siena è attivo il Lab Di Cult 110 coordinato da Marco Fantechi (docente, tutor e lettore di fotografia FIAF) con la collaborazione di Lia Mucciarini (tutor di fotografia FIAF) e di Bruno Simini (Fotografo).

Saranno svolte delle presentazioni del progetto presso i Gruppi Fotografici che ne faranno richiesta. Nel corso degli incontri si condivideranno le idee e si discuteranno i contributi già pervenuti al fine di stimolare riflessioni e approfondimenti sul tema. I lavori presentati, anche solo a livello di bozza, saranno esaminati nell´ottica di un tutoraggio condiviso in modo da essere di crescita per gli autori e di spunto per chi è ancora alla ricerca di un concept per il proprio lavoro.

Per iniziare il percorso laboratoriale nel Lab Di Cult 110 FIAF
inviare idee, fotografie o anche semplici riflessioni sul tema a




I lavori potranno essere sviluppati con foto singole, dittici, trittici o brevi sequenze nell'ottica di creare dei dispositivi visivi o narrativi con i quali ogni autore proporrà il proprio personale concept ad interpretazione della tematica "Confini".

Come praticato negli scorsi anni, per la partecipazione alle mostre, ogni autore realizzerà un solo lavoro definitivo che sarà stampato su un pannello in forex 70x100 cm. (nel caso di pił immagini ogni autore proporrà il formato e la disposizione delle foto). Salvo particolari esigenze, al fine di non dover utilizzare immagini di dimensioni troppo ridotte, si consiglia di strutturare i lavori in modo da non superare le 8-10 fotografie.

La partecipazione è aperta a tutti e non è richiesto alcun contributo se non per la stampa dei pannelli in forex (che alla fine del percorso espositivo resteranno di proprietà degli autori) e per la realizzazione di un eventuale catalogo cartaceo dei lavori portati in mostra.

E' possibile partecipare al Laboratorio anche con audiovisivi fotografici o video che saranno gestiti al Dipartimento AV FIAF.






VISIBILITA´ DELLE OPERE REALIZZATE


Le opere realizzate troveranno visibilità in momenti espositivi nell´ambito dei Festival di fotografia collegati al circuito dei Laboratori del Dipartimento Cultura FIAF:

PhotoHappening - Sestri (Genova) a marzo, PhotoHappening - Firenze a maggio, FacePhotoNews di Sassoferrato (Ancona) a giugno, ColornoPhotoLife presso la Reggia di Colorno (Parma) a ottobre e PhotoFest di Carpi (Modena).

Le mostre e le proiezioni realizzate nell'ambito dei Festival nazionali saranno affiancate da altri momenti espositivi organizzati dai Gruppi Fotografici o dai Delegati FIAF nelle provincie dove si è tenuto il Laboratorio.

Tutte le opere realizzate avranno visibilità nel blog "Agorà Di Cult" del Dipartimento Cultura FIAF e sulle pagine web di "Slow Watching Photo-art Movement".









INCONTRI





















Slow Watching Photo-art Movement
aderisce al progetto
La cabina di regia per la fotografia
del Ministero dei Beni e
delle Attività Culturali e
del Turismo (MiBACT)